Pubblicato in: Gioventù

Gatti in Famiglia: Il Legame Inestimabile con i Bambini e l’Importanza dell’Educazione

Quando decidemmo di trasferisci da Frosinone a Perugia, i nostri figli erano ancora bambini ed avevano già instaurato rapporti di amicizia con i compagni di classe. Non accolsero proprio di buon grado  la decisione di trasferirci; conoscendo la loro passione per gli animali, per cercare di fargli “digerire” il cambiamento, facemmo loro la promessa che avremmo cercato una casa con il giardino e avremmo preso un cane!

Eva e Balù

Prendemmo contatti con una ragazza del posto che salvava cani dalla strada e ci accordammo per andarla a trovare: i nostri ragazzi, alla vista di tanti animali e soprattutto cucciolotti, cominciarono a tempestarci: “quando lo prendiamo ? allora, quando lo prendiamo ?”. Spiegammo loro che accudire un animale che, in tutto e per tutto, avrebbe avuto bisogno delle nostre cure e delle nostre attenzioni e del nostro tempo, sarebbe stato un impegno importatnte e costante nel tempo. Promisero solennemente!

Per farla breve, ci trasferimmo ma… quando andammo a vedere il cagnolino, di fatto ne trovammo 2, fratellini, recuperati sotto un cassonetto con ancora il cordone ombelicale attaccato. Immaginate i bambini…”prendiamoli tutti e due, non possiamo separarli !” e cosi fu !

Oggi, a distanza di 8 anni, posso dire che, più o meno, a momenti alterni, l’impegno preso dai ragazzi è stato mantenuto ma soprattutto hanno acquisito senso di responsabilità e consapevolezza .

Quando si tratta di famiglie e animali domestici, spesso si pensa ai cani come i migliori compagni per i bambini. Tuttavia, il mondo felino offre anch’esso un’esperienza preziosa per i più piccoli. I gatti, con la loro grazia, intelligenza e personalità affascinante, possono diventare dei veri e propri membri della famiglia, contribuendo allo sviluppo emotivo e educativo dei bambini in modi sorprendenti.

E qui entra in gioco Raffy, amante dei gatti ( non molto dei cani ) che fa di tutto ( come i bambini in precedenza per i cani ) per convincermi.

Siddharta's Song

L’idea di avere un gatto in casa può suscitare preoccupazioni tra i genitori, ma numerosi studi dimostrano che i gatti possono apportare notevoli benefici all’ambiente familiare, specialmente per i bambini in fase di crescita. Dal miglioramento delle abilità sociali alla promozione della responsabilità e dell’empatia, ecco perché l’educazione dei bambini in presenza di un gatto può essere un’esperienza formativa e arricchente.

Di fatto questo è stato confermato e riceve conferme quotidiane nella nostra famiglia. Certo, non tutti i ragazzi interagiscono allo stesso modo ma, chi più chi meno, ognuno ha intrapreso dei rapporti con i nostri gatti. Eh già, perchè da uno sono diventati tre !!

Contrariamente alla credenza popolare, i gatti possono essere animali estremamente affettuosi e socievoli. La presenza di un gatto in casa può aiutare i bambini a sviluppare un senso di affetto e connessione con un essere vivente, insegnando loro a prendersi cura di qualcun altro. Questo può contribuire a migliorare le loro capacità di comunicazione e relazione con gli altri.

Inoltre, il semplice atto di coccolare un gatto può avere effetti benefici sul benessere emotivo dei bambini. Numerosi studi hanno dimostrato che interagire con animali domestici, compresi i gatti, può ridurre lo stress, l’ansia e migliorare l’umore complessivo.

L’essere responsabili di un animale domestico comporta una serie di compiti e doveri che possono insegnare ai bambini importanti lezioni di vita. Dalla nutrizione alla cura dell’igiene, i bambini imparano l’importanza della responsabilità e della costanza nel fornire cure quotidiane al proprio animale domestico.

La relazione con un gatto può aiutare i bambini a sviluppare un senso di empatia e comprensione verso gli altri esseri viventi. Osservare e interpretare i comportamenti del gatto può insegnare ai bambini a riconoscere le emozioni negli altri e a rispondere in modo empatico.

L’educazione dei bambini in presenza di un gatto richiede una comprensione approfondita del comportamento felino e delle esigenze del gatto stesso. Insegnare ai bambini a rispettare il loro animale domestico e a interpretarne i segnali di comunicazione è fondamentale per garantire un ambiente armonioso e sicuro per entrambi.

Ad esempio, i genitori possono insegnare ai bambini l’importanza di rispettare lo spazio del gatto e di evitare comportamenti che possano farlo sentire minacciato o stressato. Inoltre, è essenziale insegnare ai bambini a gestire i gatti con gentilezza e delicatezza, evitando di trattarli in modo brusco o aggressivo.

Costanza: La cura degli animali domestici richiede una routine quotidiana e una costanza nelle attività di cura, come nutrire l’animale, pulire la sua cuccia o la lettiera e fornire esercizio fisico e attenzione. I bambini imparano che la costanza è fondamentale per mantenere la salute e il benessere dell’animale domestico, e che i compiti quotidiani devono essere svolti regolarmente e con dedizione.

Empatia: Interagendo con un animale domestico, i bambini sviluppano un senso di empatia e comprensione verso gli altri esseri viventi. Imparano a riconoscere e rispondere alle esigenze e ai sentimenti dell’animale domestico, aiutandoli a sviluppare una maggiore sensibilità e compassione verso gli altri.

Disciplina: La cura di un animale domestico richiede disciplina e autocontrollo da parte dei bambini. Devono essere in grado di rispettare la routine di cura dell’animale domestico e di seguire istruzioni specifiche per garantire il suo benessere. Questo li aiuta a sviluppare abilità di auto-disciplina e responsabilità personale.
Assolutamente, l’interazione con un gatto può avere notevoli benefici sul benessere emotivo dei bambini. Ecco come:

Riduzione dello stress e dell’ansia: Gli studi hanno dimostrato che il contatto fisico con un animale domestico, come accarezzare un gatto, può ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, nel corpo. Questo può contribuire a ridurre lo stress e l’ansia nei bambini, creando un senso di calma e tranquillità.

Miglioramento dell’umore: L’interazione positiva con un gatto può aumentare la produzione di endorfine e serotonina, sostanze chimiche nel cervello associate al benessere e al miglioramento dell’umore. Questo può aiutare i bambini a sentirsi più felici, rilassati e ottimisti.

Senso di compagnia e conforto: I gatti sono noti per il loro comportamento affettuoso e rilassante. Passare del tempo accanto a un gatto, coccolandolo e giocando con lui, può fornire ai bambini un senso di compagnia e conforto, specialmente in momenti di solitudine o tristezza.

Insegnare la gestione delle emozioni: Interagendo con un gatto, i bambini imparano a riconoscere e gestire le proprie emozioni. Possono imparare a interpretare i segnali di comunicazione del gatto e a rispondere in modo appropriato, sviluppando così competenze di intelligenza emotiva.

In conclusione, l’interazione con un gatto può avere benefici significativi sul benessere emotivo dei bambini, aiutandoli a gestire lo stress, migliorare l’umore e sviluppare competenze emotive importanti. Questo sottolinea ulteriormente l’importanza di includere gli animali domestici nella vita familiare per promuovere il benessere globale dei bambini.

Stefano

I vostri commenti, i vostri like, le vostre condivisioni ci fanno molto piacere, facendoci sentire un po’ più vicini a tutti i nostri  lettori .

Se vi piace  il nostro blog e volete aiutarci a crescere,  fate i vostri acquisti su Amazon e su Booking accedendovi dal nostro sito,  riceveremo una piccolissima percentuale senza che voi spendiate un centesimo in più rispetto all’acquisto fatto! Se vi interessa qualche annuncio pubblicitario, approfondite pure l’argomento cliccando sul banner.

 Grazie, grazie, grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *